giovedì 28 maggio 2009

Twilight, spoilerato a sangue


Alla fine me lo sono visto. Non è che abbia da parlarne tantissimo in verità, anche perché ho passato l'età in cui certe storielle d'amore giovaniliste ti potrebbero ammaliare, o farti sentire obbligato a dire oddio che schifo.

Noiosetta, ma sapevo che doveva esserci, la parte iniziale in cui Bella arriva al nuovo paesino e alla nuova scuola, conosce i compagni, ovvero l'elite dei figaccioni-vampiri che snobbano tutti quanti, e il gruppo di sfigati irrimediabili con cui potrebbe mescolarsi ma non le va. L'estetica da videoclip, i sottofondi musicali ecc...

Ma tutta la tragedia dell'essere vampiro (dico io, ve lo ricordate per esempio Intervista col vampiro?) si perde con Edward e "famiglia," che non hanno praticamente dei veri svantaggi nella condizione, anzi se la passano alla grande, campano in eterno e sono maledettamente cool. Quanto alla fame, al non sentirsi soddisfatti perché hanno deciso di bere solo sangue di animali, direi che non è poi quel gran problema rispetto ai vantaggi; anzi in verità non capisco perché i vampiri dovrebbero trattenere i loro appetiti, visto che un sacco di gente (io per primo) ci farebbe la firma a diventare come loro, e quindi per farsi vampirizzare si formerebbe una fila che manco allo sportello delle poste il giorno in cui si ritira la pensione.

Trama... vediamo un po'. Per scoprire la vera natura di quel ragazzo tenebroso a Bella basterà un libro e qualche ricerca su google. Sopravvoliamo.
L'arrivo dei vampiri cattivi sembra praticamente solo un pretesto per far succedere qualcosa di drammatico. Ma le situazioni a tinte forti comunque sono molto edulcorate in questo film, con il nostro Edward che va in camera di Bella e la sbaciucchia solo per farci vedere che si sa trattenere senza andare oltre (niente scene di sesso, insomma, neanche implicite), o la morte di James il vampiro cattivo che viene mostrata sullo sfondo senza troppi sbudellamenti. Non c'è nulla di male se uno spettacolo è castigato, per carità.
Ovviamente si pone il dilemma (nell'ultima scena) di cosa dovrà fare Bella: vivere una vita da umana con il suo amato Edward che rimarrà giovane e la vedrà morire, oppure morire e diventare una vampira e non-vivere questo amore da non-morta con lui. Edward dice "non sai di cosa si tratta" col tono di chi la sa lunga e lei per il momento rinuncia. La mia opinione in merito ai pro e contro l'ho già espressa e non sto a ripeterla: la scena m'è parsa un po' ridicola.

Insomma una storiella all'acqua di rose di vampiri politicamente corretti (non voglio estendere il giudizio anche al libro senza averlo letto, ma ho un brutto presentimento, ovvero che non lo leggerò per niente al mondo). Twilight non mi è in verità nemmeno dispiaciuto, ma come film è abbastanza insignificante, al confronto sembra un capolavoro perfino il mediocre I Guardiani del Giorno, se proprio di vampiri vogliamo parlare. Non ci sarebbe neanche da discuterne in ambito fantasy (oppure horror o fantastico che dir si voglia) perché l'elemento sovrannaturale è presente poco più che per modo di dire.
E' un film su una storia d'amore, per ragazzi. Ai miei tempi c'erano delle cretinate colossali (Laguna Blu, Paradise) dove dei giovanissimi si ritrovavano in qualche paesaggio da sogno a vivere come selvaggi nell'idillio perfetto (o quasi) con la natura, e ovviamente erano un maschietto e una femminuccia e se la spassavano alla grande. Oggi ai ragazzi rifilano questo finto drammone con personaggi emaciati che "riescono a trattenersi." Eh be', siamo in tempo di crisi.

7 commenti:

Rorschach ha detto...

Stesse mie impressioni! Quando ho trascinato la mia compagna al cinema a vederlo, paradossalmente all'uscita era lei quella più entusiasta, mentre io mi sentivo preso per i fondelli...
Le uniche scene d'azione erano praticamente quelle viste nel trailer!

Per fortuna non ho mai comprato i libri: mi erano capitati già tre volte sotto mano prima del film, e tutte le volte leggendo la sinossi decisi di non comprarli. Una volta tanto il mio sesto senso ha fatto centro.. ^___^

Gloutchov ha detto...

[quoto]
Quanto alla fame, al non sentirsi soddisfatti perché hanno deciso di bere solo sangue di animali, direi che non è poi quel gran problema rispetto ai vantaggi; anzi in verità non capisco perché i vampiri dovrebbero trattenere i loro appetiti, visto che un sacco di gente (io per primo) ci farebbe la firma a diventare come loro, e quindi per farsi vampirizzare si formerebbe una fila che manco allo sportello delle poste il giorno in cui si ritira la pensione.[quoto]

Giusto per puntualizzare su un piccolo dettaglio. Per diventare vampiri, al contrario di quanto mostrano i b-movie e certe serie tv, non si deve essere morsi dal vampiro, bensì bere il "suo" sangue...

Quanto a Twilight, e agli altri libri della serie, vanno visti e letti per quello che è il loro target di lettori: gli adolescenti.
Non devi pensare a libri horror sanguinari e/o a romanzi d'azione pura alla Van Helsing. Sono romanzi rosa con qualche spruzzo noir e l'aria gotica (che in questo periodo va molto di moda anche nei gruppi musicali giovanili).

Quanto al commento sul film, credo che il modo migliore per gustarselo sia il guardarlo a cervello spento! ^_^

Bruno ha detto...

@ Rorschach: letto qualche parere in giro, penso che il libro non valga molto la pena, se non come lettura leggerissima.

@ Gloutchov: ormai con le antiche leggende e la tradizione dei vampiri il filone del Vampire Romance ha pochissimo a che fare. Non che io sia a priori contrario alla rivisitazione moderna di un mito, comunque. Ma qui non è stata fatta alcuna elaborazione letteraria o culturale, semplicemente ci hanno fatto quello che gli pareva.
Lo dico anche io che può essere goduto come filmetto leggero leggero, ma anche così per certi aspetti, insomma...

lullaby ha detto...

articolo pungente ma veritiero! io ho letto il libro e visto il film, concordo pienamente con ciò che è stato detto!
un po' di sentimenti conditi di noir e principi azzurri sotto forma di vampiri! però il libro è un pelo più carino! comunque secondo me queste cose andrebbero lette di persona prima di giudicarle!
un saluto a tutti

Bruno ha detto...

@ lullaby: in effetti il libro non l'ho letto e non lo giudico... la sensazione (dopo aver visto il film) è che qui siamo in territorio più rosa che nero, e se è vero che per informarmi un paio di Harmony me li sono letti (anni fa), non sono affatto tentato di leggere un libro che probabilmente sarebbe il numero tre.

Celtibera ha detto...

L’ennesima schifezza! Ma tanto i film io li scarico da internet e li guardo sotto l’effetto di droghe leggere mentre svuoto il frigorifero.

“cosa dovrà fare Bella: vivere una vita da umana con il suo amato Edward che rimarrà giovane e la vedrà morire, oppure morire e diventare una vampira e non-vivere questo amore da non-morta con lui”

E cosa sarebbe di lei se poi con gli anni ingrassa e il bel gnokko di Edward rimane bello e atletico? E poi quando arriverà la menopausa? La amerà lo stesso? Per l’occhio di Odino! Non voglio nemmeno immaginarlo! Che tragedia!
Il libro non l’ho letto, ma in giro c’è una recensione su un sito molto frequentato che mi induce a pensare che è meglio il film.

Mi garbano tanto i tuoi post! ;-) forse finalmente imparerò a scrivere l'italiano!

Bruno ha detto...

@ Celtibera: il rischio di vecchiaia e menopausa mi sembra evitato definitivamente, scusate lo spoiler, nel successivo film/libro.

Era un problema anche nel film Highlander, questo: due persone si amano, una invecchia e l'altra no. Cosa succederebbe? Non mi suggerite struggenti romanticismi, che non ci credo.