venerdì 17 luglio 2015

Una promessa di cui non m'importa più nulla...

Sono passati ben otto anni da quando accennai, su questo blog, a una serie di libri che a suo tempo mi aveva incuriosito ma che era rimasta sospesa, senza nessun seguito né conclusione. Era la Guerra Contro gli Chtorr di David Gerrold. Ricordo che anni fa i primi quattro episodi erano stati riuniti in un librone gigante per il rilancio della serie, in attesa di un quinto. Poi non se ne fece più nulla... e a questo punto l'atteggiamento di questo scrittore mi ha stancato. Ricordo le polemiche su George Martin che non continuava la sua serie (Trono di Spade) e la critica dei fan, di cui si era parlato anche sul web italiano. Di Martin non mi interessava, comunque. Di Gerrold, che a quanto pare adesso sta terminando il benedetto quinto libro (ma ancora non esce!) posso dire che se anche spergiurasse che la pubblicazione ci sarà davvero, a me non interessa più.

3 commenti:

M.T. ha detto...

Purtroppo sono cose che succedono: alle volte passa troppo tempo e si perde interesse.
Mi ricordo che ho atteso un pezzo che King proseguisse la saga di La Torre Nera, con il dubbio di non vedere mai la fine di questa serie. Fortunatamente si è giunti a conclusione, ma l'interesse che avevo quando ho letto i primi tre libri non è stato lo stesso avuto con gli ultimi tre.

Moreno Pavanello ha detto...

Se non ricordo male non è neancche la prima volta che Gerrold fa questo scherzo...

Bruno ha detto...

@ Moreno: non so per altre opere, per quanto concerne gli Chtorr praticamente Gerrold sta perculando gli appassionati da 20 anni. Diffondere la notizia di un prossimo quinto volume qualche anno fa, e approfittarne per rifilare una nuova edizione che riuniva i primi quattro (operazioncina che se mi ricordo bene era stata fatta anche in inglese) mi sembra inescusabile da un punto di vista di correttezza editoriale visto che poi per anni non s'è visto niente. Se ora uscisse il quinto volume non glielo comprerei per partito preso. Va anche detto che la trama si era infilata in un vicolo cieco difficilmente risolvibile, forse è per questo che è difficile continuarla.

@ M.T. hai ragione, per quanto ci fossero aspetti di quella serie che mi avevano intrigato, ormai è diventata una faccenda lontana... dovrei rileggere tutto, prima di cominciare il quinto volume. Lascio volentieri perdere.